MOSCA BIANCA – Il Nuovo Video Di Cance – “Essenza Oltre i Pregiudizi”

MOSCA BIANCA
IL NUOVO VIDEO DELL’ ARTISTA CANCE
– UN INVITO A MOSTRARE LA PROPRIA ESSENZA OLTRE I PREGIUDIZI

“Guarda quante brave persone
Senza una soluzione
Ma hanno tutti ragione
Ed io stavo solo aspettando
Proprio la tua opinione”

Musa Factory presenta il videoclip di Mosca Bianca di Cance diretto dal regista Luis Turetti: “Esiste un’essenza delle persone, una verità, ed è il corpo, assieme al mondo che nasconde dentro di sé. Tutto quello che vi sta sopra è una costruzione” queste le parole dell’artista di origini liguri che nel video si sveste di ogni convenzione e pregiudizio per mostrare un mondo interiore fatto di emozioni, desideri, fragilità ed energie, che non tutti sono in grado di mostrare e di vedere.

Cance diventa parte di un quadro “digitale”, in cui diverse proiezioni scorrono velocemente sul suo corpo. Una rappresentazione simbolica dei giudizi della gente, della maschera che spesso si è costretti a indossare per la società. Proiezioni che cambiano vorticosamente come gli avvenimenti del quotidiano, in un susseguirsi indistinto e sovrapposto. L’essenza, rappresentata dal corpo, diventa radice che rende capaci di non lasciarsi spaventare dallo scorrere ciclico del tempo e di imparare a scorgere nel tran-tran della vita quotidiana sorprendenti sprazzi di eternità.

È nello scambio profondo che è nascosta la reale faccia di ciascuno e che permette di liberarsi di quello che il mondo ha costruito addosso: “Se apriamo gli occhi e ci liberiamo dai pregiudizi, senza restare a guardare passivamente, riusciamo a vedere anche l’invisibile. Eviteremo così, un giorno, di vivere con il rimpianto di esserci lasciati sfuggire qualcosa di meraviglioso, scoprendo di non aver vissuto affatto”.

Mosca Bianca è l’ultimo singolo della cantautrice Cance distribuito da Believe Digital: un inno alla libertà di essere unici: “Mettersi a nudo in una società che ci veste costantemente di giudizi e opinioni, non è di certo semplice. Farlo sapendo di essere una mosca bianca in mezzo ad uno sciame nero, ancor meno”.

Questa la premessa che spinge Cance ad affrontare un tema a lei molto caro: la libertà di essere sé stessi, unici, forse in minoranza ma con pari diritti; quando questi ultimi non sono di tutti, infatti, non possono più essere chiamati tali e diventano privilegi. Un argomento di cui non si dovrebbe mai smettere di parlare, per evitare che diventi uno dei tanti problemi secondari, o meglio, “Solo una mal di pancia che poi passerà” come cita la cantautrice.

Dopo un ritornello in cui Cance ironizza sull’urgenza che molti hanno di esprimere a tutti i costi la propria opinione conclude con un messaggio forte e chiaro, rivolto a tutti: oggi più che mai, è necessario esercitare l’empatia per costruire una società migliore.

Anche dal punto di vista musicale la volontà dell’artista è quella di liberarsi di ogni sovrastruttura ripartendo dalle proprie radici, dalla persona, dalla fisicità. Mosca Bianca è infatti una canzone intima ed essenziale, suonata con strumenti reali. Nasce da un arpeggio minimale di chitarra acustica, che è anche caratterizzante del brano e protagonista assieme alla voce. L’intenzione è infatti quella di dare priorità alle parole, scritte con il cantautore Dinastia, supportate da una sezione ritmica semplice e immerse in un’ambientazione sonora raffinata e sofisticata, grazie alla modalità di utilizzo dei reverberi e alla spazialità dei suoni.

CREDITS VIDEO
Soggetto, Regia ed Editing: Luis Turetti
Riprese: Marco Iozzo
Foto: soggetto ed editing: Luis Turetti
Scatti: Marco Iozzo

CREDITS BRANO
Testo: Giulia Cancedda – Maurizio Musumeci
Musica: Giulia Cancedda
Arrangiamento: Cance
Produzione: MUSA Factory
Registrato, missato e masterizzato da Vlad “KayaDub” Costabile @ Kaya Studio – Rende (CS)
Voci e Chitarra Acustica: Cance
Batteria e percussioni: Francesco Borrelli
Basso: Vlad “KayaDub” Costabile
Chitarra elettrica: Francesco “Frank” Vitari
Foto e Artwork: Luis Turetti

“Sono Cance, diminutivo del mio cognome orgogliosamente sardo, con il sangue calabro di mamma e cresciuta ai piedi della Superba. Inevitabilmente irrequieta come il mare, faccio vibrare i miei troppi pensieri su sei corde. Mi innamoro di ogni forma di bellezza, adoro l’eleganza ma a un tacco dodici preferisco tredici tacchetti”.

GIULIA CANCEDDA

Giulia Cancedda, in arte Cance, è una cantautrice Pop dal respiro R&B. Diplomatasi in Canto Jazz, nel 2016 lascia il suo Paese per avventurarsi nella metropoli londinese, dove vive per due anni, consegue un Master in Popular Music Performance e riesce a conquistarsi un posto tra i finalisti di “GIGS”, la più grande competizione di artisti di strada che si tiene ogni anno in Inghilterra. Cance tratta nelle sue canzoni anche tematiche sociali e civili, utilizzando l’arma della leggerezza, che non è superficialità. Con il primo singolo “Conosci?” vince nel 2019 il premio UNDER 35 “La Musica Può” di “Musica Contro le Mafie 10^ ed.”. A Giugno 2020 pubblica “Sakura”, brano finalista al Premio Lunezia e contenuto nell’EP “Orablu”, in uscita a Dicembre dello stesso anno. Il 2021 inizia invece con il singolo “Basta che se ne parli”, scritto, prodotto e arrangiato durante “Sound BoCS”, la prima residenza artistica a sfondo civile mai realizzata in Europa da Musica Contro le Mafie. A luglio pubblica il brano “Tu che sai tutto (Shallala)”, che inaugura una serie di release discografiche della neonata label Musa Factory, dove le donne sono protagoniste della musica per il cambiamento e la diffusione di “best pratice”.

CANCE

Facebook | Instagram | Spotify | TikTok | YouTube

MUSA FACTORY

www.musafactory.it

Se vuoi segnalare una bella notizia scrivici a:
ilgiornaledellebellenotizie@gmail.com
Clicca sul pollice per connetterti su Facebook

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...