OLANDA – Le “Fattorie Di Cura” Gestite Da Persone Con Disabilità Fisica e Mentale

OLANDA – Si chiama Boerderij Op Aarde ed è una delle centinaia “fattorie di cura” sparse sul territorio olandese, gestite da persone affette da demenza e da altre disabilità fisiche e mentali. Sotto molti aspetti queste fattorie somigliano molto alle fattorie tradizionali olandesi.

Ad esempio, la signora Paula, 81 anni, che vive vicino ad Amsterdam, visita una di queste fattorie, nel villaggio di Brielle, per quattro giorni alla settimana. In base al programma della giornata, Paula si trova a svolgere diverse attività, come ad esempio: dare da mangiare ai polli, aiutare con le pulizie o aiutare a preparare pranzi caldi per gli altri residenti. In queste fattorie, infatti, si coltivano zucche, fagioli, cavoli e molto altro, tutto concentrato in un grande orto comune.

Come afferma Arjan Monteny, cofondatore del progetto Boerderij Op Aarde, si tratta in fondo di contesti agricoli con una filosofia semplice: piuttosto che focalizzare l’attenzione su ciò che queste persone non sono più in grado di fare, si focalizza su ciò che possono fare. È un approccio vincente, e la ricerca, in passato, ne ha già dimostrato i numerosi vantaggi. Per le persone con demenza, che sono di solito meno attive fisicamente e più isolate, queste strutture agricole promuovono il movimento e l’interazione sociale, apportando benefici emotivi, e donando ai partecipanti uno scopo e la possibilità di dare un contributo significativo nella società.

Se vuoi segnalare una bella notizia scrivici a:
ilgiornaledellebellenotizie@gmail.com
Clicca sul pollice per connetterti su Facebook

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...