FABIO ZANCANELLA – IL BUSINESS OLISTICO

“Le imprese dovrebbero avere un solo modo di funzionare: essere felici e rendere felici.”

Fabio Zancanella

BAtterfly

Abbiamo scoperto Fabio Zancanella di recente su LinkedIn. Fabio ci ha attratto per la limpidezza dei contenuti del suo sito internet BAtterfly Strategy (clicca qui). Abbiamo trovato un incredibile affinità tra il suo pensiero e i valori della nostra pagina, ed è per questo che abbiamo deciso di condividere il lavoro di Fabio con i nostri lettori.

Fabio

Chi è Fabio?

Fabio Zancanella nasce il 5 Maggio del 1962 in compagnia di quattro inseparabili amici: Curiosità, Motivazione, Apprendimento e Azione. Fin da piccolo ha amato la conoscenza per il suo supporto pratico nel trasformare visioni e sogni in realtà. Gli ingredienti segreti che gli fanno brillare gli occhi? Le favole, gli archetipi junghiani, i simboli della natura, la sezione aurea, la geometria sacra, i significati araldici, le lettere, le parole e gli arcani maggiori. Questi sono i simboli che caratterizzano il suo cammino, alla scoperta di sé stesso e gli altri! La pratica sul campo, unita alla visione e tanto studio, gli hanno suggerito una via usufruibile e comprensibile per osservare e spiegare il mercato aziendale. Fabio si presenta come un business coach olistico, per tutte quelle persone ed imprenditori che vorrebbero contribuire alla nascita di un nuovo modello aziendale, basato su valori genuini, positivi, trasparenti ed altruistici. 

separatore-struttureSimbolo del Business Olistico 

La psicologia, la spiritualità, la geometria sacra, gli archetipi, la storia antica, sono solo alcuni degli strumenti usati da Fabio per guidare il “nuovo imprenditore” verso un nuovo concetto di impresa illuminata. Come lui stesso afferma il “simbolo”, gioca un ruolo chiave per la costruzione del proprio modello aziendale. La creazione del “marchio” è un processo importantissimo e fondamentale per facilitare la connessione con il pubblico o la clientela desiderata.

Il simbolo nasce dall’istinto, dall’intuizione che sta fuori da ogni gabbia, essa nasce libera e nutrita da una visione del business solare, e da valori solidi e autentici. Quando nasce l’idea si inizia a modellarla secondo le leggi dell’alto; costellazioni, geometrie, sezione e inclinazioni auree, forme nascoste, colori archetipici, tutto in modo coerente alla visione, solo dopo si crea il racconto che emoziona.

Sacred Geometry
Il simbolo diventa un frattale di matematiche celesti e immagine archetipica di energie millenarie. Il simbolo è la sintesi di due opposti in un equilibrio oscillante e dinamico, il simbolo non smette mai di sorprendere. Come insegnava Carl Gustav Jung il simbolo è una coscienza che viene informata negli anni attraverso: esposizione mediatica, storytelling, misteri, riti, fascino sensoriale, in modo ripetuto ed emozionante. ”Ho la fortuna di vedere alcuni clienti internazionali, a cui ho creato il simbolo, dare vita al pensiero simbolico nel business che porta valore, arricchisce e abbellisce il mondo oltre che rinforzare i  propri clienti, liberandoli dai problemi ed esaudendo i loro desideri.”

Basta osservare la via spirituale dell’individuo per comprendere che anche la spiritualità dell’azienda e delle imprese seguirà lo stesso destino. La spiritualità si raggiunge in due modi: con una via intenzionale oppure con la sofferenza ed il dolore. Nel primo caso si cresce, impegnandosi con forza, mentre nel secondo caso, non agendo verso la spiritualità in origine, quest’ultima agirà per noi, consegnandoci direttamente le lezioni attraverso la sofferenza, sotto forma di malattie, povertà, crisi relazionali, crisi psicologiche. E questo semplicemente perché ogni crisi ci costringerà a fermarci e farci delle domande. La prima via, quella del processo di svelamento della nostra spiritualità, chiede molta dedizione ma è anche un acceleratore di piccole, crescenti e costanti rivelazioni. Il business della seconda via sta marcando il passo, e questo infatti è pieno di malattie, crisi relazionali e sterilità. Il simbolo è una coscienza che si nutre e accumula le intenzioni e tutte le altre forme di energia sopra citate. Per sua natura, successivamente, condurrà al mondo la potenza della trasformazione. Il simbolo vive di energia nella danza sciamanica, tra il più e il meno, proprio come  avviene per una pila.

Il simbolo non si polarizza come invece fanno le diavolerie (diaballo). La divisione diabolica permette di imperare per divisione mentre il simbolo (symballo) guida per unione come alla tavola rotonda: uno per tutti, tutti per uno. Mi piace dire che il diavolo è l’avversario più degno con cui incontrarsi perché i grandi diavoli ci rendono campioni ma è anche bello fare questo incontro illuminati da visioni di dazione e non di ricezione, per evitare di essere trascinati nell’abisso. Come disse Nietzsche:  “Se guardi a lungo nell’abisso, l’abisso guarderà te …”

Arcani
Avere un simbolo forte significa veleggiare nel business in modalità olistica ed essere supportati e visti grazie all’aiuto di una bandiera, di una livrea che parla prima ancora della nostra comunicazione, che produce trasformazione 24 ore su 24.

Immagina un brand.
Apple, a cosa lo associ? Immagina Mercedes, a cosa lo associ? 

l nostro cervello primariamente associa, e quindi pensa, e questo ci porta a dire che se nutri il tuo simbolo di bellezza e visioni valoriali, allora creerai una relazione con il pubblico capace di generare un associazione nella parte più profonda delle loro coscienze. La tua reputazione, data dai prodotti e dai servizi, dai comportamenti e dalla comunicazione, da intenzione e atteggiamenti diventano il vestito della tua impresa sintetizzato dal simbolo. A sua volta, il simbolo, condurrà per sempre il messaggio che ha ricevuto, esponendosi come tua epitome sulle scatole, i documenti, le auto aziendali, e veleggiando nel mondo della multimedialità. I veri portatori simbolici della tua impresa saranno i tuoi collaboratori che vanno emozionati e fatti sentire parte di un progetto che fa del bene per farli sentire parte di un sistema di valori e non parte di schemi di mero e sterile profitto.

Clicca sui loghi sottostanti per connetterti con Fabio:

BAtterfly

   linkedin     Vimeo
Il mondo dell’apparire ha fatto sparire la bellezza, densificando la spiritualità nella materia del profitto, e creando un vuoto nelle imprese. Deve avvenire il passaggio verso visione e valori, proprio come hanno fatto le grandi civiltà di un tempo, fondate su solidi valori e paradigmi di bellezza. In poche parole non sono le azioni da misurare ma le INTENZIONI.  Se ho intenzione di dare ai miei clienti farò di tutto per dare il meglio, creando bellezza nel mondo e ricevendo come conseguenza denaro che farò di nuovo circolare nel processo di trasformazione, verso qualcosa di bello, positivo e che fa stare bene, in un circolo virtuoso ed olistico. Mentre se l’intenzione è unicamente quella di ricevere il denaro, questa si baserà sulla sterilità del solo profitto, rendendo il pianeta sterile e tutta l’umanità, di conseguenza, risucchiandola in un circolo virtuoso e riduzionistico. Oggi il mondo del lavoro e del business sono chiamati ad essere protagonisti di una grande trasformazione, del capovolgimento dall’apparire, muovendosi verso principi di unione, e trasformando i soldi da semplice e vuoto simbolo di possesso e potere ad energia di trasformazione e valorizzazione.

Siamo nati uniti con desideri di altruismo poi siamo caduti nella separazione, con desideri egoistici, e ora iniziamo a sentire la mancanza di unione, e questa mancanza ci sta spingendo verso il buio più profondo.

L’ora più buia anticipa l’alba e confido sia la stessa cosa per il nostro Mondo. Siamo nell’ora più buia ma anche più vicini all’alba.

Fabio Zancanella

separatore-strutture41M+C2r3bAL._SX323_BO1,204,203,200_

separatore-strutture

Se anche tu vuoi condividere una bella notizia con noi
visita la nostra pagina Facebook e scrivici:

downloadIl Giornale delle Belle Notiziedownload
image1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...