STATI UNITI – Ricerca Universitaria Scopre Effetti Benefici Della Musica Su Demenza Senile

Una nuova ricerca fatta presso la Northeastern University negli States, mostra come i pazienti con demenza senile, quando ascoltano le loro canzoni preferite, aumentino drasticamente la connettività e la reattività dei neuroni nel loro cervello. Psiche Loui, direttrice del MIND Lab (Music Imaging and Neural Dynamics) e professoressa di musica alla Northeastern University, insieme al suo team di musicoterapisti, neurologi e psichiatri geriatri, ha identificato come la musica colmi il divario tra il sistema uditivo del cervello e la regione che gestisce l’attività delle cellule cerebrali.

 Immagine Crediti: Andrea Piacquadio

La loro ricerca, inoltre, ha anche scoperto che l’ausilio della musica crea delle scorciatoie che aiutano a ripescare i ricordi con più facilità. La leader della ricerca è stata spinta ad approfondire questo collegamento tra musica e cervello per via delle sue esperienze personali, quando in passato suonava musica per i residenti in alcune case di riposo, e aveva notato in loro un rafforzamento improvviso della memoria.

Se vuoi segnalare una bella notizia scrivici a:
ilgiornaledellebellenotizie@gmail.com
Clicca sul pollice per connetterti su Facebook

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...